BRACCIATELLI DI SAN ANTONIO

Il bracciatello è un dolce tipico marchigiano preparato con farina e uova dalla forma tipica della ciambella con il buco in mezzo. Vengono chiamati bracciatelli perche’ un tempo potevano essere infilati in un braccio.

Ogni  famiglia e ogni fornaio  ha la sua ricetta tradizionale, vi e’ anche la versione piu’ dura tipo tarallo, la nostra ricetta e’ la versione piu’ morbida.

Secondo la tradizione contadina pesarese il 17 gennaio, il giorno di Sant’Antonio Abate, santo protettore degli animali era di buon auspicio mangiare queste ciambelle rustiche ricche di semi di anice, nella versione dolci o salate.

La nostra ricetta per i Bracciatelli di Sant’Antonio Abate dolci

  • Farina 00
  • Acqua
  • Uova
  • Olio extra vergine di oliva
  • Zucchero
  • Semi di anice
  • Si impasta il tutto, si lascia lievitare per circa 3 hr, poi fare degli anelli, lasciare lievitare 1hr, infine cuocere in forno a 180/200 fino a doratura.

CURIOSITA’  

Diversi metodi di preparazione:

  • Si impasta il tutto usando acqua tiedipa e il vino dell’ammollo degli anici (se si segue questo procedimento)
  • Si utilizza il – il MISTRA’ – tipico liquore marchigiano all’anice – per un gusto piu’ intenso

 

in 15 secondi di video vi mostriamo come i bracciatelli prendono la tradizionale forma di anelli 

 

bracciatelli 6 bracciatelli 7

, , , , , , , ,